Country food : mais

Oggi pomeriggio in previsione del barbecue di questa sera ho raccolto le mie prime pannocchie di mais.

Le ho tagliate a metà e lessate per poi passarle sulla grigia qualche minuto prima di servirle, le servirò così, senza salse ma solo con un pizzico di sale rosa.

38876756_686536438367456_5159159632723181568_n(1).jpg

pattymam5

In un programma televisivo ho visto che per conservare in congelatore il mais, veniva lessato per 3 minuti e poi immerso in acqua freddissima per altri 3 minuti,poi sgranato grossolanamente con un coltello e poi congelato in sacchetti eliminando tutta l’aria.

Personalmente preferirei congelarle intere e oggi una commessa al supermercato mi ha spiegato che lei le congela intere e pulite , le tira fuori dal congelatore al mattino per poi cuocerle alla sera, sinceramente io le avevo chiesto se nel loro negozio potevano mettere sottovuoto prodotti che venivano da fuori, come le mie pannocchie, ma per questo dovrò chiedere al proprietario del negozio o… acquistare una macchina per il sottovuoto e fare da me.

Voi avete un metodo particolare per conservare le pannocchie di mais?

Nel caso dovessimo consumarle in poco tempo ho trovato delle ricette semplici, veloci e sfiziose e a volte basta soltanto cambiare la salsa e il gioco è fatto, se proprio ne avete in quantità industriali utilizzatele come food party organizzando una mega festa con tutti i vostri amici, lessatele in anticipo, passatele velocemente sulla griglia e preparate tante salse diverse che ognuno sceglierà a proprio piacimento!

pannocchie alla messicana

pannocchie all’americana

Pannocchie di mais dolce americane

pannocchia da passeggio

mais-passeggio

pannocchie con panna acida vegetale

Pannocchie di granturco

Credo che sia ottimo anche spennellandolo con del semplice olio aromatizzato al rosmarino o alla salvia che in estate abbondano più che mai!

Vado a preparare la griglia…

La ragazza di campagna

Lo so, dal titolo sembro la versione femminile di Renato Pozzetto nel famoso film “il ragazzo di campagna”! Bhè ammetto che forse qualche somiglianza c’è…imbranati…campagnoli fin nel midollo…totalmente estranei a quella che è la vita di città e alle sue comodità…qui non ci sono musei o grandi teatri…tutto è mini, ridotto, ma c’è ancora quell’allure di sofisticata genuinità che contraddistingue la vita di campagna ed è quella che vorrei farvi vivere tenendovi compagnia e sperimentando giorno dopo giorno.

A presto, vostra Patty!